Elettronica

L'elettronica, in un progetto stratosferico, è un componente importante del progetto.

Un dispositivo funzionante che possa raggiungere la stratosfera necessita di molti accorgimenti... alcuni sono discussi negli articoli che seguono.

Questo gruppo adotta uno spazio sulla piattaforma EasyEDA: StratoLab

 

Il gruppo StratoLab cambia strumento per il disegno degli schemi elettronici inerenti al progetto.


Sostituiamo KiCAD con easyEDA.
Il cambio NON è dovuto a malfunzionamenti o difficoltà incontrate con il primo software, ma per questioni di praticità nella condivisione e divulgazione degli schemi.

easyEDA è una piattaforma web che permette di eseguire il disegno di circuiti elettronici, effettuarne la simulazione e disegno del relativo PCB direttamente online senza dover scaricare o installare software sul proprio PC (esiste anche la Web App per Chrome). Il portale offre l'interessante la possibilità di effettuare uno sviluppo collaborativo (più persone possono lavorare sullo stesso progetto).
Nella forma "Standard" il servizio è gratuito e permette la costruzione di infiniti progetti pubblici (e al massimo 2 progetti privati).

Qui potete trovare il link all'area EasyEDA dedicata al progetto StratoLab: https://easyeda.com/StratoLab

 

Uno degli obiettivi del progetto e' la condivisione e per tale motivo ogni missione possiede un'area dedicata, contenente gli schemi elettronici a disposizione di tutti.

La scelta del programma utilizzato per la realizzazione degli schemi elettronici (e relativi circuiti stampati) doveva quindi ricadere su qualcosa che permettesse a tutti di vedere e modificare i nostri lavori.
 
Abbiamo scelto KiCad!

Nella missione ATLAS1 i dati degli esperimenti e quelli relativi alla gestione del volo (GPS, accelerometro, giroscopio, magnetometro, temperature, carica delle batterie, pannelli solari, processi attivi sulla scheda di comando, …) verranno memorizzati su una scheda SD (leggi anche “Le memorie non volatili nei sistemi embedded“) presente all’interno del vettore, ma contemporaneamente le stesse informazioni verranno inviate via radio.

In ATLAS 0, prima missione del progetto, il cuore del circuito elettronico è di origine italiana1: la scheda si chiama Arietta G25 della AcmeSystems.

A questa interessante e piccola scheda sono stati interfacciati i seguenti sensori:

  • 8 sensori di temperatura posizionati uno in ogni lato del modulo (a forma di tronco di piramide a base ottagonale)
  • 1 sensore di temperatura interno al modulo
  • 4 sensori di pressione
  • 1 GPS
  • 1 accelerometro 3 assi
  • 1 magnetometro 3 assi
  • 1 giroscopio 3 assi

La stragrande maggioranza dei sistemi embedded è dotata di una memoria non volatile utilizzata per immagazzinare il codice eseguito dal processore e dati di varia natura (parametri di configurazione, log, dati acquisiti da sensori ecc.). Esistono fondalmentalmente due tipologie di memorie non volatili: le memorie Flash di tipo NOR e le memorie Flash di tipo NAND (http://en.wikipedia.org/wiki/Flash_memory).

Hai qualche esperimento da proporre?

Siamo sempre alla ricerca di esperimenti da eseguire nella stratosfera.

Proponi il tuo esperimento compilando il modulo presente

La tua proposta verrà valutata e se l'esperimento risulta fattibile lo installeremo nel primo lancio utile.

Vuoi partecipare?

Si, partecipare! Vuoi aiutarci? 

Tutti possono far parte del gruppo!
Non costa nulla: dovrai solo investire il tuo tempo, la tua fantasia e le tue idee!
Contattaci e ti inviteremo alle riunioni.

Abiti troppo lontano? collabora con noi in maniera telematica!
 Chiedi di poterci seguire in diretta sul canale YouTube (o via Hangout), scrivi con noi i documenti!


Qui trovi il calendario dei nostri incontri.

 

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Questo sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Per vedere quali cookie utilizziamo visita la nostra pagina dedicata.

Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.